L’interruttore del cavalletto laterale del CRF 1000 risulta piuttosto esposto agli urti: sporge leggermente sotto la pedana, in un punto no...

CRF1000: sostituzione sensore cavalletto

/
0 Comments
L’interruttore del cavalletto laterale del CRF 1000 risulta piuttosto esposto agli urti: sporge leggermente sotto la pedana, in un punto non protetto nemmeno dai paramotori aftermarket, come si vede nell'immagine qui sotto.

L'interruttore del cavalletto, indicato dalla freccia, qui ripreso dal basso


Interruttore cavalletto, rotto da un sasso
L'interruttore rotto, con le lamelle separate
Questo interruttore inibisce l'accensione e comanda lo spegnimento della moto nel caso in cui si innesti la marcia con il cavalletto abbassato. A noi in Marocco è capitato che il motore si ammutolisse senza motivo apparente: dopo una veloce analisi abbiamo scoperto che la plastica esterna dell'interruttore si era rotta, riempiendosi di fango che impediva ai contatti di funzionare. 

Fortunatamente si tratta di un sistema molto semplice, con due soli cavi. Una serie di lamelle chiude il circuito quando il cavalletto è sollevato.
Con un taglio netto del cavo
si risolve rapidamente il problema...
È quindi sufficiente tagliare i due fili, spelarli ed unirli per eliminare il sistema di sicurezza, bypassandolo. Ovviamente la moto non si spegnerà più a cavalletto abbassato e marcia ingranata, mettendo in serio pericolo la vostra sicurezza e facendovi prossimi alla morte certa. Ma se, in mezzo al nulla, la moto si spegne e preferite spingerla fino al primo concessionario, buon per voi: vuole dire che siete più solerti e vigorosi di noialtri. Noi abbiamo escluso l'interruttore e prima di riuscire a cambiarlo abbiamo fatto tremila km... il colesterolo e le bibite gassate hanno nuociuto alla nostra salute più della mancanza del sensore del cavalletto!
Detto questo, è naturalmente possibile acquistare il sensore del cavalletto come ricambio. La cattiva notizia però è che l'interruttore originale (codice: 35700-MJP-G51), a listino Honda, costa quasi 100 euro.
La buona notizia è che Honda monta lo stesso interruttore su quasi tutte le moto da un po' di anni a questa parte; fra i vari modelli cambia solo la lunghezza del cavo. Si può quindi utilizzare un ricambio usato, di qualsiasi Honda, purché abbia solo 2 cavi in uscita. I vecchi interruttori infatti (incluso quello della XRV) sono apparentemente identici salvo avere tre cavi in uscita. Il terzo cavo comanda direttamente la spia sul cruscotto.

Nella foto qui a destra ad esempio si vede l'interruttore di un Hornet 600 2005, acquistato su eBay per 8 euro più spese di spedizione. Unica differenza rispetto a quello del CRF (a parte la lunghezza del cavo): questo ha la parte centrale tutta in metallo invece che mista metallo/plastica; probabilmente ad un certo punto hanno deciso di risparmiare...

La sostituzione è davvero semplice. Non avendo acquistato l’originale, l’unico neo è rappresentato dalla lunghezza del cavo che non permette di collegarlo direttamente al connettore presente sulla moto.
Abbiamo quindi tagliato e collegato i cavi, con l’unica accortezza di utilizzare della guaina termorestringente per evitare l’ossidazione dei cavi nel punto di giuntura. Come da manuale, abbiamo utilizzato tre guaine, di due diametri differenti: due piccoline per isolare i singoli cavi, ed una con un diametro maggiore per dare continuità visiva e maggiore protezione al cavetto.

I cavi preparati per il collegamento
e dopo aver applicato la guaina
L'interruttore sostituito visto dal dietro della moto;
si vede la guaina sul cavo
Per evitare problemi in futuro potrebbe essere una buona idea studiare una protezione in metallo, fissata ad esempio al bullone del cavalletto, per proteggere il lato basso del sensore. È sufficiente in realtà anche solo una rondella leggermente più larga della plastica esterna, con un'altra rondella di misura giusta per inserirsi all'interno della sede del bullone originale.




Nessun commento:

© africatime.bike 2016. Powered by Blogger.