Nel nostro primo viaggio con il CRF , a Febbraio 2016, abbiamo disperatamente cercato un modo per sostituire l'ingombrante scarico...

CRF1000: scarico slip-on Silmotor

/
0 Comments

Nel nostro primo viaggio con il CRF, a Febbraio 2016, abbiamo disperatamente cercato un modo per sostituire l'ingombrante scarico originale con uno aftermarket, contattando anche una blasonata azienda il cui terminale dedicato appariva baldanzoso in un video che circolava sui social.
Ma era ancora troppo presto: ci dissero che si trattava solo di un prototipo, la produzione non era ancora cominciata, impossibile averlo in tempo per la nostra partenza! Così ci siamo rassegnati a partire con lo scarico originale, che ha fatto in effetti il suo dovere dignitosamente sia in quel viaggio in Mauritania sia l'anno successivo in Marocco, ed in varie scorrazzate in off in Italia.

Ci è rimasta però la voglia di avere un terminale più leggero, meno ingombrante, con un'estetica più elegante e meno "mazingosa" e, perché no, anche con un sound più cattivo. In occasione di EICMA 2016 abbiamo scoperto con piacere che Silmotor (http://www.smsilmotor.it), un'azienda che si trova ad un tiro di schioppo da casa nostra e che produce scarichi con più di venti anni di esperienza, ha messo a punto un terminale slip-on per il CRF1000.

Lo scarico Silmotor
presentato a EICMA 2016
(foto Silmotor)

Il gentilissimo Ivan di Silmotor ci ha fornito un terminale da mettere sotto torchio nel nostro imminente viaggio nel Sahara Occidentale.
Si tratta di un terminale slip-on omologato, che sostituisce il terminale originale mantenendo i collettori con il catalizzatore e la loro copertura di protezione di serie. Il progetto è molto curato, con un design lineare e "pulito"; il corpo è ovale in acciaio e si raccorda esteticamente molto bene alla protezione nera originale. Bello e ben realizzato il fondello con doppio scarico che richiama quello del silenziatore originale.
 
Il montaggio è semplicissimo e non richiede nessuna procedura particolare. Il sound risulta decisamente più cattivo, con un carattere più deciso specie in accelerata, senza comunque arrivare ad essere molesto; quello che serviva per questa moto il cui sound originale è un po' troppo da Sir inglese!

A parte il peso più contenuto, quello che ci piace particolarmente è l'ingombro ridotto, che lo rende adatto ai nostri viaggi in fuoristrada. Lo abbiamo collaudato nel Sahara Occidentale,  mettendolo alla prova per 3000 km su terreni di ogni tipo e nelle condizioni più estreme, dalla spiaggia dell'oceano alle scorrazzate sulle dune, e ci ha pienamente soddisfatto!

Primo collaudo sulla Plage Blanche....


Nella guida in fuorisrada non intralcia mai

Il prezzo infine è decisamente abbordabile e competitivo.
Unico rimorso, non averlo potuto montare prima già dal primo viaggio!

Per ogni informazione, i contatti di Silmotor si possono trovare sulla pagina Facebook dell'azienda.



Nessun commento:

© africatime.bike 2016. Powered by Blogger.